La poesia può vestire abiti assai diversi tra loro, può essere bene e male allineata, essere bianca o sporca, può essere vivida o indeterminata, però una proprietà, per essere definita tale, deve avere a prescindere: irriverenza. Deve, necessariamente, non essere omologazione. E in questo periodo fatto di comunicazione racchiusa in schemi e social, che siano facebook, youtube, instagram, o solo abbreviazioni da messaggio frettoloso, gergo giovanile, o moda dimenticabile, la poesia è, unica e sola, in opposizione a questa perdita quasi totale di identificazione dell’unicità.
Il libro di cui parliamo è una raccolta di Elena Zuccaccia, il suo primo pubblicato, edito da Pietre Vive Editore.
La prima cosa che colpisce nei suoi versi è la capacità di indicare la metrica attraverso la punteggiatura. Sono piccoli frammenti amorosi senza inizio e senza fine, sono incontri di pelle, di dita, a volte di occhi, a volte di niente, per perdersi, poi, in assoli quasi indifferenti a se stessi. Sono stanze dalla porta socchiusa e con un filo di luce che arriva dalla finestra. Quel piccolo filo di luce è la connessione, il corridoio poetico della Zuccaccia.

A partire dal contest "Le correzioni" il nuovo curatore della selezione è Renzo Semprini Cesari.
Auguriamo a lui il meglio, sicuri del suo impegno e della sua passione  per  contribuire ad avere una grande selezione di novelle.
Ovviamente non parteciperà più a questo concorso.

titolo: le correzioni
scadenza:  31 dicembre 2016
 
Il titolo, al solito, è uno spunto. l'interpretazione è libera (il titolo è un romanzo di Jonathan Franzen).
I racconti (inediti) devono essere inviati a: contest@jonaeditore.it
La lunghezza massima è di duemila parole.
Il documento deve essere in qualsiasi formato office.
Il titolo deve essere composto dal vostro nome e da "una giornata senza pretese".
Dovete scrivere consenso a pubblicare online lo scritto, in caso di vittoria.
Precisiamo che con "inedito" si intende non pubblicato né su cartaceo, né online.
Chiediamo, inoltre, ai partecipanti, di iscriversi al sito. Sarà più semplice comunicare.
 
Cosa si vince?
 
I due o più vincitori (se i racconti inviati saranno meno di cinquanta decreteremo solo un vincitore) avranno pubblicazione in www.jonaeditore.it
 
A dicembre 2016/ marzo 2017 i migliori tra i vincitori avranno un contratto editoriale e saranno pubblicati in cartaceo e in epub.

Siamo felici di annunciare un nuovo progetto editoriale, questa volta con la veste striscia.
L’autore è Alberto Baroni (che intervisteremo settimana prossima e che vi presenterà la sua opera), il titolo  è nove-diciotto.
Pubblicheremo alcune puntate qui, sul sito (in una sezione laterale della home), come anticipazione e, a partire da fine dicembre avremo la nascita di un bimestrale.
Per adesso vi presentiamo i personaggi:


LA FIADP


La FIADP è la fabbrica dove lavorano i personaggi delle strisce Nove-Diciotto. L'acronimo sta per Fabbrica Italiana Aghi Di Pino, così chiamata dal fondatore Giuseppe (Pino) Dal Volgo. La fabbrica produce aghi, ditali, spilli, spille da balia, uncinetti, ferri da maglia, zip e quasi tutti gli articoli da merceria in metallo, bottoni compresi.

Come in tutte le vere aziende padronali un organigramma vero e proprio non esiste. Tutto parte e ritorna dal vertice supremo: il padrone, al quale tutti, seppure talvolta tramite giri tortuosi, alla fine rendono conto personalmente.
Ma, come in tutte le aziende, ciascuno ha un ruolo che può ben essere inquadrato in un settore realmente esistente.

titolo: Una giornata senza pretese
scadenza:  30 novembre 2016
 
Il titolo, al solito, è uno spunto. l'interpretazione è libera (il titolo è una canzone di Vinicio Capossela).
I racconti (inediti) devono essere inviati a: contest@jonaeditore.it
La lunghezza massima è di duemila parole.
Il documento deve essere in qualsiasi formato office.
Il titolo deve essere composto dal vostro nome e da "una giornata senza pretese".
Dovete scrivere consenso a pubblicare online lo scritto, in caso di vittoria.
Precisiamo che con "inedito" si intende non pubblicato né su cartaceo, né online.
Chiediamo, inoltre, ai partecipanti, di iscriversi al sito. Sarà più semplice comunicare.
 
Cosa si vince?
 
I due o più vincitori (se i racconti inviati saranno meno di cinquanta decreteremo solo un vincitore) avranno pubblicazione in www.jonaeditore.it
 
A dicembre 2016 i migliori tra i vincitori avranno un contratto editoriale e saranno pubblicati in cartaceo e in epub.